Morricone

9 ottobre 2014

IL SENSO

Non è facile vivere senza senso; ho nostalgia di un modello che dia fondamento alla mia esistenza. Siamo tutti sradicati, orfani di un sistema che ha occupato millenni di storia ormai rifiutato, sepolto per il motivo che è stato dichiarato truffaldino, inganno. E così il fondamento è crollato. Pier Paolo Pasolini avvertiva questo vuoto che apporta asfissia nella vita, con lui la Scuola di Francoforte. Possibile che non vi sia una verità? Possibile che non possiamo raggiungerla? Possibile che dobbiamo far parlare i mass media per noi? Possibile che non riusciamo a trovare un aggancio referenziale, radicato nel senso? Dove finirà la nostra zattera nel nichilismo oceanico che ci circonda?


Nessun commento:

LA SORTE

Non occorre essere Cassandra, Schopenhauer o Leopardi per sostenere che la sorte della civiltà non ha davanti, purtroppo, sentieri tranquil...