de blasio

2 ottobre 2014

LA CASA

Basta andare a Pompei e sono giunti fino a noi gli angoli della casa dove si custodivano i Numi, protettori del luogo domestico. La casa era sacra a Roma, così come in Grecia, per secoli e secoli oasi per ogni essere umano di qualunque razza. Oggi non è più così: è in atto una rivoluzione culturale che ha fatto decadere la sacralità della casa. Si preferisce starvi il meno possibile, i luoghi prediletti sono quelli pubblici. Anche gli spazi vuoti in cui ognuno si sente protetto dall'anonimato, come i grandi centri commerciali affollati, gli stadi, tutto da preferire alle quattro mura in cui si torna solamente per dormire. Tanto più che ciò che è utile si può portare con sé, ormai oggetti telematici che collegano con il mondo. Stranamente, il tetto casalingo non protegge più, anzi procura un senso di panico perchè avvertito come isolamento, essere fuori, sentirsi inutili.



Nessun commento:

Ai mie amici portoghesi

RITORNO Aspetta non te ne andare storia d'amore guarda come lasci dietro di te lei e lui piangono disperati tendono le mani ...