Morricone

2 ottobre 2014

M E L O G R A N O

Quando i persiani erano una minaccia letale per la Grecia, i melograni coprivano le distese oggi iraniane. Ama le stagioni calde e asciutte proprio come quelle dell'Asia minore o quelle del bacino mediterraneo. Possiamo dire che il melograno occupa nell'ordine del fascino naturale un posto elevato, vestendosi elegantemente come un damerino: altro fino a quattro metri, le sue foglie sono di un verde brillante gli donano un aspetto che, in simbiosi con i fiori di colore rosso vivo, gli permettono di mettersi in bella evidenza nei campi. Il suo frutto ci offre semi rossi contenenti abbondante succo, ricco di proprietà salutari. Un albero, il melograno, prezioso perché, per natura, ci offre, altresì, il tannino che, con la sua proprietà tenifuga e le proprietà alcaloidi,  permette di combattere le infezioni. Chi lavora con le pelli animali adopera il tannino perché coagulante delle proteine animali. Inoltre, due melagrane esposte dove meglio si voglia abbelliscono qualunque ambiente. Il melograno è il simbolo della prosperità, della buona sorte, per cui, per chi ci crede, scaccia l'aggressione maligna dalle case.


Nessun commento:

DELITTO CULTURALE

Nella storia, in tutte le epoche, il delitto culturale è stato perpetrato per cancellare intere civiltà con le loro tradizioni, metodi di v...