last

30 ottobre 2014

MATRIMONIO GRECO

Nell'antica Grecia, nel IV secolo a.C., la donna era completamente priva di volontà propria: doveva sposarsi per scelta parentale, non poteva non farlo, doveva fornire figli alla polis. Platone testimonia che,con primo ciclo mestruale avvenuto, la ragazza a 14 anni, era pronta per il matrimonio. Si poteva sposare più volte quando il marito veniva a mancare; viveva fino a 30-37 anni, gli uomini fino a 45 anni. Addirittura, quando il marito stava per morire, trovava lui stesso il futuro consorte per la propria moglie. La donna doveva portare una dote, il marito arricchire la stessa dote della moglie. Si poteva divorziare. Per avere figli la donna mangiava frutti pieni di semi. Socrate ebbe tre figli.


Nessun commento:

CADUTA DI STILE

Il comportamento umano, in tutte le sue categorie, ha subito una caduta di stile con l'arretramento globale dei rapporti sociali. Basta...