last

20 novembre 2014

COLLETTIVIZZAZIONE

Facciamo una selezione di ciò che fu e non è più: "io" è morto, "tu" non c'è più, "egli" è scomparso, al loro posto domina la collettivizzazione dell'intelligenza. Se si vuole fare parte di questo tempo bisogna condividere e fare proprie le conoscenze degli altri, portare al macero l'individualismo, la differenza, l'originalità. Bisogna divenire uomo-massa e farsi incorporare nella standardizzazione; altrimenti, si è un fossile, un oggetto da museo delle antichità. Per cui, non si può dire più "io penso" ma "si dice". Ecco, abbiamo delineato una frontiera. Attenzione! In gioco ci sono la coscienza critica, la padronanza personale, il non soccombere nel nulla-massa. E' una sfida del nostro presente. 


Nessun commento:

CADUTA DI STILE

Il comportamento umano, in tutte le sue categorie, ha subito una caduta di stile con l'arretramento globale dei rapporti sociali. Basta...