Morricone

27 novembre 2014

D E N A R O

Vi omaggio con alcune mie considerazioni sul denaro - naturalmente, ironicamente - : dedichiamo un giorno del calendario santificandolo all'Euro; la sera, nella tasca del pigiama, mettiamo una banconota, infiliamo la mano accarezzandola addormentandoci beatamente; prima di fare l'amore facciamoci sedurre dall'odore del denaro per diventare capaci di prestazioni esaltanti; quegli sta sempre vicino alla Banca, gode dell'odore che emana. Eppure  - contraddizione, contrappunto! - Freud affermava che le origini del denaro sono anali, infatti si dice che i ricchi "puzzano" di soldi. Gli Atzechi sostenevano che il denaro fosse "escremento degli Dei" e i Babilonesi che fosse "escremento dell'inferno". Notate la differenza tra oggi e un tempo. 


Nessun commento:

LA SORTE

Non occorre essere Cassandra, Schopenhauer o Leopardi per sostenere che la sorte della civiltà non ha davanti, purtroppo, sentieri tranquil...