Morricone

13 novembre 2014

L'AUTOMOBILE

Il XX secolo è stato caratterizzato dall'automobile. Gradualmente, è divenuta un mezzo di trasporto popolare, di massa. Addirittura - era l'epoca del Futurismo - Marinetti pensava che l'automobile fosse arte autentica, ai livelli della scultura. L'automobile mostra qualità che la fanno desiderare, su cui giostra la pubblicità, spesso in compagnia di un'immagine femminile erotica:: il volume, le superfici che luccicano, i profili ammalianti. E' curioso - lo saprete - che l'automobile prima si diceva al maschile "un automobile", ora è al femminile "un'automobile". Ecco un'aggettivazione adeguata: morbida, familiare, splendente, accogliente come l'utero femminile, fallica . Il colore che si sceglie è in sintonia con il carattere dell'acquirente. Ho scritto una commedia in cui lui, costretto a stare senza automobile perché in panne quindi dal meccanico, si ammala gravemente.


Nessun commento:

LA SORTE

Non occorre essere Cassandra, Schopenhauer o Leopardi per sostenere che la sorte della civiltà non ha davanti, purtroppo, sentieri tranquil...