Morricone

20 novembre 2014

SPIRITI INVENTIVI

Il vero amore non può essere chiuso in qualunque concezione si voglia: l'amore è tale perché c'è, al di là di ogni definizione restrittiva e soffocante. (A. FLOCCARI)

L'inconscio è strutturato come un linguaggio. (J. LACAN)

Due amanti felici non han fine né morte, nascono e muoiono più volte vivendo, han l'eternità della natura. (P. NERUDA)

Infelice colui che non sa che strada prendere, del cuore o della selva; infelice colui che rincasa e trova diviso il suo terreno, in quell'ora debole, in cui nessuno può ritrarsi, poiché le condanne del tempo sono uguali e infinite, cadute sopra l'indecisione e le angosce. (P. NERUDA)

La poesia è un sentimento lirico, di amore, dolore, gioia, disperazione, fede, meraviglia, espresso efficacemente con parole calde fantastiche colorate musicali. (C. GOVONI)

Finché saremo vivi faremo nostra tutta la vera vita, ma anche i sogni: tutti i sogni sogneremo. (P. NERUDA)

Mi piace andarmene in giro per Roma, di notte, con la sensazione di affiancare una donna molto bella e curiosa. (A. BEVILACQUA)

Roma è l'unica città orientale senza un quartiere europeo. (E. FLAIANO)

La morale è un arnese di scasso che ha il pregio di non venire mai abbandonato sul luogo del delitto. (K. KRAUS)

Nel sonno la testa si libera, viviamo davvero. E' grandioso. Il cervello spazia dove vuole, senza costrizioni. (F. MANNOIA)


ENNIO FLAIANO


Nessun commento:

LA SORTE

Non occorre essere Cassandra, Schopenhauer o Leopardi per sostenere che la sorte della civiltà non ha davanti, purtroppo, sentieri tranquil...