Morricone

22 gennaio 2015

LO SPECCHIO

Nulla provoca un cambiamento di sensazioni quanto lo specchio, da anni ancora freschi dell'apparire nella vita, informa sulla propria immagine fisica con curiosità conseguente e con gratificazione o delusione; da giovani, lo specchio è ricercato, desiderato, è l'età della seduzione, per cui diviene nostro alleato, complice della preparazione del proprie fattezze per ammaliare e conquistare; nell'età matura, lo specchio dà una mano a chi teme che gli sfugga dalle mani la prestanza vigorosa, consolando, disperando, dando il responso; nella terza età, lo specchio diviene ostile poiché riflette un'immagine che subisce lo sfacelo del tempo che passa, addirittura ne sopravviene il rifiuto, la paura, la volontà di farne a meno.




Nessun commento:

LA SORTE

Non occorre essere Cassandra, Schopenhauer o Leopardi per sostenere che la sorte della civiltà non ha davanti, purtroppo, sentieri tranquil...