Morricone

12 febbraio 2015

PERICOLOSITA' DELLA BELLEZZA

E' estremamente problematico separare la bellezza dalla morte.  Sembra bizzarro ma è la verità. Elena seduce Paride,  Menelao dichiara guerra a Troia, offeso nel'onore e nell'orgoglio, essendo Elena la sua consorte. Cleopatra, avvenente regina, seduce Antonio, Cesare, con la bellezza stava conquistando Roma. Lucrezia Borgia, potente portatrice di capacità erotiche, metteva in campo nella politica rinascimentale i suoi stratagemmi insieme al fratello Cesare. La Contessa di Castiglione, formosa e avvenente, fu mandata da Cavour a sedurre Napoleone III, imperatore di Francia, ad intervenire in guerra contro l'Austria. Ancora oggi, le spie con l'immagine angelica sono al servizio di interessi politici, economici, bellici. Allora, è proprio vero che accanto alla bellezza c'è Mefistofele, Faust. E' vero Goethe?


C L E O P A T R A 



Nessun commento:

LA SORTE

Non occorre essere Cassandra, Schopenhauer o Leopardi per sostenere che la sorte della civiltà non ha davanti, purtroppo, sentieri tranquil...