PROMESSI SPOSI

6 luglio 2015

URRA'

Il popolo greco, da cui discendo, ha mostrato un significativo coraggio nell'esprimersi a favore del NO nel referendum indetto da Tsipras. Un NO che significa: onorare il debito con scadenze abbordabili e pagabili; per un'Europa che non sia una piramide con al vertici le Nazioni ricche e in basso quelle povere; rispetto per la dignità della Grecia di civiltà millenaria ed immensa cultura; per sedersi subito al tavolo delle trattative senza un capobastone che diriga l'orchestra senza che nessuno gli abbia assegnato questo compito; un NO per il cambiamento strutturale della politica che non sia più caratterizzata dall'austerità ma dallo sviluppo  e dalla crescita sostenibili; per non danneggiare l'Europa, una migliore e vera tutta da fondare con un Parlamento paritario comprendente delegati in proporzione agli abitanti degli Stati, per una nuova istituzione che sostituisca quella attuale; per un immediato invio di liquidità nelle Banche greche. Il NO è un momento storico: l'Europa non sarà più quella di prima. Altri Stati sono disponibili a seguire le orme greche. Intanto, Hollande e la Merkel s'incontrano a Parigi, Renzi è ignorato.


Nessun commento:

Ai miei amici cubani - Para mis amigos cubanos

F A N T A S I A Vado a caccia del sonno ogni sera con una tenda un letto di fortuna sulla spiaggia deserta col timore del mare port...