Morricone

5 agosto 2015

LA CONTRADDIZIONE

Il monotono, il buono per sempre, lo stantio affogherebbero il progresso, l'incedere della civiltà umana. La contraddizione, l'Antitesi, è parte fondamentale della dialettica, a partire da Hegel che la faceva seguire alla Tesi per sgorgare nella Sintesi. Il potere carismatico e dittatoriale respinge la contraddizione, appellandola sovversiva, terroristica, nemica, maligna. Invece, dalla contraddizione deriva la scoperta, l'incedere della scienza, anche se in forma provvisoria, il definitivo è un'utopia che non si raggiungerà giammai. Per cui, anche nel rapporto con se stessi, è fondamentale contraddirsi. Chi l'ha detto che oggi io debba essere identico a com'ero ieri? Il nuovo, l'allargamento dei confini che fanno da limite al sapere, al comportamento umano, vanno rimossi attraverso la contraddizione. Per cui, se tu mi dici:"Ma tu ti contraddici!", mi fai il complimento più onorevole possibile per la mia dignità. Sono la personificazione della contraddizione.


Nessun commento:

DELITTO CULTURALE

Nella storia, in tutte le epoche, il delitto culturale è stato perpetrato per cancellare intere civiltà con le loro tradizioni, metodi di v...