last

29 settembre 2015

LA MENSA ROMANA

Se vuoi, facciamo un volo pindarico. Ti porterò fino a duemila anni fa, ad una mensa romana. Intanto, concedimi di pregare i Lari, custodi della casa, usanza che accompagna il cibo: offro loro il sale, la carne e la frutta. Togliti i sandali, non puoi mangiare, altrimenti. Prima, fatti il bagno, non si accede alla mensa senza l'igiene di tutto il corpo. Fatto? Allora sdraiati sul triclinon, letto di origine orientale, così starai comodo. Dico al servo che ti porti una veste idonea al convivio. se la vorrai cambiare, lo potrai fare: la nostra mensa, dunque la cena - durante il giorno facciamo solo colazione - è composta da tre parti la gustatio o antipasto, la coena, le secundae mensae o dessert; come posate serviti della fercula. Cosa preferisci per accompagnare la cena? Danzatrici, cantanti, acrobati, musica, letture, se vuoi - avanzando qualcosa che ti piace - lo puoi portare a casa. a fine pasto, un servo ti riporterà le sandali, ed io ti farò dei doni: un profumo ed un ombrello. Arriveranno gli schiavi trasportandoti in lettiga con due lanternari avanti per fare luce.


Nessun commento:

S T R E P I T O S O !

La mia commedia Mancu pe' cani! ha ottenuto uno strepitoso successo tra il pubblico di Polistena. Il merito va al regista Antonio Trop...