PROMESSI SPOSI

25 settembre 2015

PENA DI MORTE

Ha fatto bene Papa Francesco ad invocare l'abolizione della pena di morte al Congresso americano in maggioranza composto da repubblicani, favorevoli alla pena capitale. Obama ha dichiarato che, malgrado l'appello di Francesco, l'esecuzione capitale permarrà.Eppure, già nel 1764, Cesare Beccaria pubblicava a Livorno Dei delitti e delle pene. L'approvazione dei concetti di Beccaria che condannava la pena di morte fu entusiastica in tutti gli ambienti colti europei. Nessuno ha il diritto di togliere la vita ad un essere umano, nemmeno ad un animale. La vita è sacra, secondo la religione è un dono di Dio. Per cui, la pena di morte è barbara, incivile, dissacratoria, senza possibilità che l'imputato riveda se stesso, recuperando, possa essere integrato nella società civile. La pena di morte permane ancora in molti Stati del mondo. Una società libera e democratica non condanna a morte.



CESARE BECCARIA

Nessun commento:

L'ENIGMA

Una cappa pesante imperversa sull'umanità nella vita: l'enigma. Eppure Wittgenstein sosteneva che l'enigma non esiste. Si cerca...