lai

16 ottobre 2015

IL BACIO

Il bacio è una leggenda della vita. Che bella l'immagine di una madre che bacia il proprio bambino appena nato! Il primo bacio d'amore è indelebile; sul molo del porto una nave salpa, una donna con le dita della mano manda un bacio a chi parte; gli arabi si abbracciano e si baciano sulle guance per salutarsi, sono, solamente alcune maniere della presenza del bacio nello scenario dell'esistenza. Si tratta di un gesto universale . Il bacio passionale diffuso dal cinema fa parte della coscienza collettiva di diversi popoli. Anticamente, i Romani lo chiamavano osculum, savium, basium. Ne parlarono Novio, Servio, Donato, Isidoro di Siviglia. Osculum deriva da os ovvero "bocca", savium da suavitas ossia "dolcezza", basium dalla religione, dalla pudicizia. Il savium era il bacio della voluttà, della libidine; l'osculum era delle usanze civili. Ancora: osculum ai figli, basium alle mogli, savium alle prostitute. Ancora oggi, il bacio accompagna gli avvenimenti della vita: felicità, congedo, separazione, lutti, ringraziamenti. Celebre, nella storia, anche il bacio di Giuda nel tradimento di Cristo per trenta denari. Secondo Cannova il bacio sulle guance è affetto, sulle labbra è amore, sulla fronte è premura, sul collo è passione. Il bacio parla di noi e per noi.


Nessun commento:

C O N T R A S T O

Apriamo il sipario, come al teatro. La scena: una spiaggia affollata in piena stagione balneare. I personaggi sono due: sdraiato, sotto il ...