Morricone

14 ottobre 2015

LA SIGARETTA

E' il 1492, Cristoforo Colombo ed i suoi marinai vedono un indigeno americano che fa qualcosa di strano: sta fumando, contenuto in una foglia di granoturco, del tabacco. Mai visto niente del genere. Porteranno il tabacco in Spagna, da qui si irradierà in tutti i continenti del pianeta il fumo della pianta americana. Nel '500 in Spagna, in Messico, poi il fumo giungerà in Francia. Fu a Valencia che, per la prima volta, fu composta la sigaretta con veline di carta. Il nome fu dato dai Francesi. prima di chiamarsi sigaretta il suo nome era popelito, spagnoletta. Il lancio della diffusione partì dal 1870. In Italia il fumo di sigaretta si diffuse sempre più: all'inizio del '900, si fumavano 470 grammi di tabacco all'anno pro capite; oggi si è oltre 1200 grammi. Da sempre, le sigarette precedono, nel consumo, i sigari, le polveri di fiuto, il trinciato. Vi sono delle macchine che riescono a produrre da 4000 a 6000 sigarette al minuto. Chi fuma di più sono i Cinesi, seguiti dagli Americani. la sigaretta più consumata è la Marlboro. 


Nessun commento:

COSTE INVIOLATE DEL SAPERE

Ulisse concepito da Omero, presente ancora oggi, ha caratterizzato tutte le epoche della storia dell'uomo attraverso la ricerca appassi...