Morricone

20 novembre 2015

IL MITO

Ma come faccio a vivere senza il mito? E così anche voi, tutti. Non si tratta del mito di Platone quando affermava che si ricorre al mito allorché non si comprende, allorché ci si trova davanti a un muro invalicabile. Un mito che sia un'utopia, un orizzonte, una nuova alba di una giornata tutta da vivere, felicemente. Il mito è scomparso, non c'è più nella vita di ognuno di noi. Crediamo a nulla, vivendo alla giornata. Teniamo in catene il pensiero, altrimenti chissà dove ci potrebbe portare in questo mondo barbaro, di eccidi di massa, del mandante oscuro, tutto da scoprire. Ma chi è? Tu lo sai? Ma perché le civiltà non possono vivere in pace? Ecco il mio mito: la pace. Un altro mito? L'amore. Ed ancora: bianchi, neri, gialli, cristiani, maomettani, tutti a tenerci per mano. Ecco perché sogno la rinascita del mito. E l'aspetto, sempre. Non posso vivere senza questa speranza. E tu?


Nessun commento:

COSTE INVIOLATE DEL SAPERE

Ulisse concepito da Omero, presente ancora oggi, ha caratterizzato tutte le epoche della storia dell'uomo attraverso la ricerca appassi...