PROMESSI SPOSI

27 novembre 2015

MONUMENTALIZZARE

Vieni, faremo un percorso ne' "I Malavoglia" di Giovanni Verga, nel "Il Piacere" di Gabriele D'Annunzio, in "Canne al vento" di Grazia Deledda, in "L'età breve di Corrado Alvaro, in "Conversazioni in Sicilia" di Elio Vittorini per vedere che il realismo, che tanto piaceva a Carlo Salinari, non esiste. la narrativa italiana ha il vezzo di monumentalizzare, di rendere i personaggi mitici, sublimati, ingigantiti dal transfert dell'artista sul protagonista narrato. Una sorta di realismo magico che non piaceva affatto a Mario La Cava perché - mi diceva - "non si vede la realtà". La motivazione della monumentalizzazione artistica bisogna ricercarla nell'insopprimibile bisogno di non starsene da parte. Per cui, il Verismo di Verga ed il Naturalismo di Zola, teoricamente affacciati, poi, decadono a promesse non mantenute.


GIOVANNI VERGA

Nessun commento:

L'ENIGMA

Una cappa pesante imperversa sull'umanità nella vita: l'enigma. Eppure Wittgenstein sosteneva che l'enigma non esiste. Si cerca...