lai

29 dicembre 2015

ACCETTAZIONE

Vogliamo seguire la convenzione gregoriana? Ebbene, ti dirò che un altro anno della tua vita se ne sta andando. E ti ripeti  come l'anno scorso, come tanti anni fa. Ma perché sei nemico di te stesso? Perché la vita non ti piace? Vorresti avere il potere di andare a ritroso e di incontrare, ancora una volta, gli attimi sublimi dell'amore assaporati. Senza fare il pedagogo, il missionario, ti dirò che l'accettazione di te stesso è l'atto fondamentale degli auguri di fine anno. Brinda a te stesso, chiunque tu sia, qualsiasi possa essere la tua situazione esistenziale, economica, sociale. Lo sai, possedere noi stessi è il più grande patrimonio della vita. Ti possiedi? Oppure sei andato oltre i confini della tua interiorità, del tuo corpo, e ti avverti a pezzi? Brindiamo... a noi stessi, al mondo, ad  ogni religione, ad ogni pensiero umano. Ma, brinda, sopratutto, a te stesso! 


                                     

Nessun commento:

C O N T R A S T O

Apriamo il sipario, come al teatro. La scena: una spiaggia affollata in piena stagione balneare. I personaggi sono due: sdraiato, sotto il ...