lai

16 marzo 2016

IL VINO

"Salute!", così si celebra il vino, in compagnia. Gli si attribuisce un potere salvifico per il benessere che procura. Ha un'età che risale a 6000 o 7000 anni fa. Una leggenda dice che fosse spontaneo in natura. La coltivazione della vite avvenne dopo. Gli Egizi lo collegavano a Osiris, i Greci a Dionisio; il Cristianesimo lo considera sacro, rappresenta il sangue di Cristo, il primo miracolo di Gesù. Il termine vite proviene dal latino vitaIn epoca romana, l'imperatore Diocleziano ordinò di distruggere parecchie vigne con la motivazione che si produceva molto vino. Nelle strade principali romane, come quelle di Pompei, il vino veniva venduto nelle tabernae e bevuto caldo soprattutto di  mattina. Grandi diffusori della vite in agricoltura furono gli Etruschi e i Liguri. I Francescani diffusero la vite in Messico; i missionari francesi la portarono in diversi luoghi del Sud America. Ancora oggi, nel Sud Italia, in Spagna, Portogallo, così come nei paesi latinoamericani, chi riesce a bere molto vino è considerato virile e ciò genera molto orgoglio nell'interessato. Si dice anche, assente il vino, la tavola del desinare sia triste.

                                           

Nessun commento:

C O N T R A S T O

Apriamo il sipario, come al teatro. La scena: una spiaggia affollata in piena stagione balneare. I personaggi sono due: sdraiato, sotto il ...