Morricone

13 aprile 2016

PENSIERO COMPLESSO

Sarai consenziente se ti dico che il pensiero non può essere sterile, marmoreo, a senso unico, asfittico. Ha bisogno di confrontarsi con pluralità di approcci e punti di vista. E' la dialettica che tanto piaceva ad Hegel: tesi, antitesi, sintesi. Ma, rammenta: niente è scontato, bisogna rimettere tutto in discussione, in chiave euristica. Prima di esprimerti documéntati, ricerca le fonti, è un atto preliminare del pensiero complesso. Tutto è un'ipotesi, nulla è certo, per cui non ti fermare mai di ricercare nuove ipotesi interpretative. Nell'umano poniti flessibilmente, con un'apertura mentale in permanente crescita. Nessuno possiede la verità una volta per sempre. Arricchisci il tuo pensiero con la militanza esistenziale di stare sempre in trincea nella guerra contro l'errore, la superbia, la saccenteria. Sei d'accordo?

                                               

Nessun commento:

LA SORTE

Non occorre essere Cassandra, Schopenhauer o Leopardi per sostenere che la sorte della civiltà non ha davanti, purtroppo, sentieri tranquil...