Morricone

12 aprile 2016

SFACELO MEDIATICO

Ma come si fa a pranzare, a cenare con le scene televisive che - poco manca - spargano sangue violento sulla tavola, sui piatti, addosso! Questo lamento avviene, ogni giorno, ogni sera, nelle famiglie, continuamente. E si avvicendano odio, offese, irrisioni, guerre, bombardamenti, corpi umani straziati e abbandonati per le vie, fra le macerie. Tutto avviene con il fine abietto di coinvolgere emotivamente lo spettatore. A monte, vi sono interessi ideologici, politici, di propaganda, di falsificazione della realtà, di emotività anomala e violenta: non vi è rispetto. In più - lo si sa da tempo - la cronaca nera è un'esca formidabile nazionalpopolare per avere successo nella strategia di allontanare le menti dai problemi concreti politici, economici della vita. Così ragiona il nemico del popolo:" Più omicidi, più violenza e sangue diffondi tra la gente - per ciò ti pago - più posso stare tranquillo a dormire su due guanciali. La cronaca nera è la mia più grande alleata". Per cui, règolati...


     
  

Nessun commento:

COSTE INVIOLATE DEL SAPERE

Ulisse concepito da Omero, presente ancora oggi, ha caratterizzato tutte le epoche della storia dell'uomo attraverso la ricerca appassi...