speranze

23 maggio 2016

IL MISTERO DELLA VITA

Nella letteratura pensi che il silenzio abbia avuto importanza?

Leopardi amava perdutamente il silenzio. Lo conduceva al sublime, verso l'infinito.

Con chi è necessario intrattenersi assolutamente?

Con la propria anima, con se stessi. Agostino diceva che dentro noi c'è Dio.

Parlaci di un grande scrittore tuo maestro....

Fèdor Dostoevskij mi ha aperto tutto un mondo con il declino delle ipocrisie, con i falsi valori della morale passata per tale, la cupidigia umana, la trasgressione; mi ha insegnato il grande valore del nulla in cui c'è tutto ciò che è stato crocifisso.

Soffermati su un pittore tuo contemporaneo...

La motivazione che spinge eternamente l'uomo a congiungersi con l'infinito costituisce uno dei più grandi misteri della vita. Il percorso che si pensa sia quello giusto è quello dell'arte. Franco Camillò viaggia con la sua pittura con il colore che naviga verso l'incontro con la natura, incontro da metafora, ovvero l'umanità che si congiunge con l'eterno. L'opera qui raffigurata è emblematica della struttura di base che sta a fondamento dell'ispirazione di Camillò: amore per la vita sconfinato, colori vibranti dei sentimenti dell'artista, il tutto presentato poeticamente con linee morbide e avvolgenti.




FRANCO CAMILLO' - Tramonto dalla Trinità

Nessun commento:

CENTRO DI GRAVITA'

Il mio centro di gravità esistenziale è il paese dove sono nato, Polistena, nella Piana di Rosarno, in provincia di Reggio Calabria, Italia...