speranze

12 maggio 2016

INNO ALLA VITA

Le nostre identità multiple sono regolate da noi?

No, sembrerà paradossale ma non abbiamo le redini di noi stessi. Le identità affiorano nella nostra coscienza anche se non vogliamo e condizionano il comportamento, il pensiero, i sentimenti: non ci conosciamo, siamo ignoti a noi stessi.

Quanto conta, secondo te, il nostro passato nella vita?

Il passato è sempre presente, ci domina, ci confisca, ci condiziona.

Pensa al primo attimo del venire alla vita, l'essere autonomi, relativamente, fuori dalle acque materne...

Il primo attimo della nascita, il vagito inno alla vita, al di là di ogni latitudine, è sempre presente in noi: lo cerchiamo come percorso della vita.

                                         

Nessun commento:

IL FRAMMENTARIO

C'è nulla di più terrificante del punto fermo: conclude, dichiara la fine. Il frammentario non chiude, mette una pausa, un intervallo e...