lai

30 maggio 2016

NON LO SO

Quale la più grande conquista attraverso i tuoi studi?

Sembrerà strano, inverosimile, il massimo traguardo raggiunto dal mio impegno esistenziale di intellettuale consiste nella consapevolezza del "non lo so": Già Socrate asseriva di sapere di non sapere. L'insoddisfazione di se medesimo è l'elemento fondamentale di ogni vero talento. Non mi chiedete cosa fare, vi risponderò:" non lo so". Così la pensava Cechov. 

... e perché studi, ricerchi?

Essenzialmente, per dare un senso alla vita, ma anche per conoscere me stesso. Già riuscire a scoprire parti di sé rappresenta una delle più grandi gratificazioni della vita. Posso dire che, malgrado l'impegno profuso, mi conosco così poco da sentirmi fallito benché sia stato premiato dai maggiori Sindaci italiani.

Quale malattia sociale ritieni più diffusa e pericolosa?

Riuscire ad avere il ventre pieno, gonfio, prominente, sbadigliare per la sazietà e far finta di nulla di poveri migranti affamati, da far pena. la malattia sociale è la sfrontatezza, l'ignoranza, la bestialità, la grettezza, la degenerazione, la bigotteria, la menzogna. Può un artista mutare il mondo? No. Allora mi sento niente.

                                    

                                                               S O C R A T E

Nessun commento:

AI MIEI AMICI AMERICANI - TO MY AMERICAN FRIENDS

G R I D O Se dovessi contare le maschere messe nella vita fingendo per salvarmi per non perdere per conquistare mettendo da part...