Morricone

21 giugno 2016

CORRENTI IDEALI

Cosa pensi dell'ostracismo contro le donne che assurgono ad alti incarichi?

E' enormemente ingiusto. E' un atteggiamento mistificante  di chi vorrebbe mantenere lo status quo eternamente e odia il cambiamento. L'elezione di Virginia Raggi e Chiara Appendino alle responsabilità di guida di Roma e Torino costituisce una rivoluzione copernicana nella storia della politica italiana. Apporteranno cambiamenti strutturali nel governo delle due città e spingeranno, con la loro azione amministrativa, ancora in avanti il cambiamento in corso verso palazzo Chigi. Si collegano alle donne che hanno fatto la storia per progresso: Giovanna D'Arco, Anita Garibaldi, Nilde Jotti, Madame de Stael e molte altre.

... e del protagonismo?

Esiste un protagonismo di massa, un delirio collettivo, un'epica di tutti. L'indimenticabile "Lascia o raddoppia" di Mike Bongiorno, Inter-Juve, la Ferrari di Formula 1, Coppi-Bartali: tutto rende protagonista l'insignificante che assurge alla luce dal buio esistenziale in cui vive. 

Gli sbarchi di migranti a Lampedusa cosa ti provocano?


Un senso di colpa immenso: come occidentale ho ridotto quell'umanità alla disperazione; mi suscita, altresì, un senso di speranza perché la storia dirotti di 360 gradi la sua direzione, ed anche un senso religioso ad un laico come me perché Cristo è con loro.



VIRGINIA RAGGI e CHIARA APPENDINO

Nessun commento:

L E T T E R A T U R A

Se vuoi ti dirò che cos'è la letteratura per me. E' semplice: è vita. Se nello scrivere non c'è l'esistenza allora la lette...