last

27 giugno 2016

UTOPIA EUROPA

Cosa pensi dell'Europa?

Sogniamo... ad occhi aperti, come hanno lasciato nella storia testimonianze celebri Campanella, Tommaso Moro, Mazzini, i quali, idealmente, volevano un mondo migliore, un'utopia. Sogno un'Europa in cui non ci sia disoccupazione,  con i giovani con un futuro radioso, con un'umanità della terza età che raccolga i frutti del lavoro compiuto nella vita. Sogno un'Europa che non sia più un mondo terrificante di indebitati fino al collo persino per avere una casa, un' Europa con pensionati che giungano a fine mese senza più l'ansia alla gola per non farcela. E poi, una valuta, l'Euro, che non sia più ghigliottina con il triplicarsi del costo della vita; un'Europa che lotti per la pace, che accolga i profughi, che sia veramente unita al di là di ogni astrattezza.

Parlaci di un intellettuale che ti ha segnato...

Piero Gobetti: una cultura vasta la sua, accompagnata da un'etica forte. Sostenne che il Risorgimento fu una rivoluzione fallita poiché mancarono le Riforme e perché il popolo fu assente. passaggio obbligato l'opera La rivoluzione liberale del 1924.

Cosa avverti toccando il polso della cultura oggi in Italia?

Coma profondo, come diceva Domenico Rea, strumentalizzazione da parte degli egemoni, disinteresse delle masse, paura ingiustificata, senso di inutilità, la barbarie dietro l'angolo.


                              

Nessun commento:

S T R E P I T O S O !

La mia commedia Mancu pe' cani! ha ottenuto uno strepitoso successo tra il pubblico di Polistena. Il merito va al regista Antonio Trop...