last

22 novembre 2016

A M B I G U I T A'

Quando scrivi commedie per il teatro quale autore classico ti aiuta?
Persio, di origine etrusca, Volterra, le sue satire contro la vita ipocrita, la religione insensata, l'eccessivo attaccamento al denaro, il malgoverno dei politicanti sono tutte categorie attuali.

Quale immagine recente hai catturato nelle tue escursioni in bicicletta?
La fiumara mitica della mia gente, Vacale, per associazione mi ha riportato nella coscienza il mio amico Ciccio, nato a pochi passi della mia casa. Sotto ogni tempo, con una mazza spaccava pietre della stessa fiumara per preparare materiale da costruzione: un lavoro infernale, sicuramente ora che Ciccio non c'è più starà meglio.

Quale ambiguità estiva ti colpisce?
Tropea, Galluppi che ti guarda da un marmo, ricordo di presentazione di Kant in Italia, un mare che, malgrado tutto, riesce ancora a sopravvivere, e poi cianfrusaglie, merce da consumo, odore aggressivo di fritto, sinfonie di sesso senza frontiere in esposizione ambulante. Risultato: caos senza senso.

                                               
      T R O P E A 


Nessun commento:

S T R E P I T O S O !

La mia commedia Mancu pe' cani! ha ottenuto uno strepitoso successo tra il pubblico di Polistena. Il merito va al regista Antonio Trop...