Morricone

8 novembre 2016

SUGHERI GALLEGGIANTI

Descrivi una scena umana che ti ha interessato?
Una salita ripida, impossibile, una donna con la tarda vecchiaia addosso, con l'aspetto della vita che ha preso altre strade. Eppure sale: va a Messa. Così tutti i giorni. credo che sia la forza della fede.

Parlaci di uno scrittore latino a cui sei rimasto affezionato.
Lucilio mi ha insegnato, con le sue satire, lo stile mordace insieme a saper cesellare i sentimenti con i suoi canti d'amore. Non disdegnò di inserire l'osceno e l'insolente. Orazio lo detestava.

Cos'è la notte per te?
La notte, nell'immaginario collettivo è tenebre, buio, viene collegata a paure inconsce, a sortite di defunti per le vie del mondo, io la vivo diversamente: la notte è una grande amica, innocua, benevola, apporta pensieri profondi, senso dell'infinito, la coscienza di essere nulla.


Nessun commento:

APORIA INSANABILE

In ogni epoca l'aporia tra la vita e l'arte ha caratterizzato la storia dell'estetica in tutta la sua vasta gamma. Si pensi a L...