last

26 gennaio 2017

IL FALSO

Ma perché non ti accetti? Perché vorresti essere un altro o un'altra? E' un fenomeno che interessa tutto il mondo, data la caduta verticale della gratificazione personale. E così vediamo esseri umani neri che si tingono i capelli di biondo, giapponesi che odiano i loro occhi a mandorla - così belli! - trasformandosi con operazioni chirurgiche per cancellarli dal proprio viso. In Pakistan, in India, poi, nostri simili si vergognano del colore olivastro della pelle e spendono un patrimonio in ritrovati per schiarirla. Ti chiedi perché la barba, i baffi, il presentarsi con l'immagine dell'ultimo dei Mohicani, ormai, sono così diffusi tanto che si ti presenti con l'immagine che la natura ti ha donato ti prendono per troglodita? La ragione fondamentale di tutto ciò proviene dal desiderio irrealizzabile di raggiungere l'impossibile. Va da sé che segue il fallimento. Un'altra ragione che ci viene data dalla psicoanalisi dei nostri giorni consiste nel rifiuto del prossimo che porta a formare dentro il proprio sé ciò che non si è, ciò che si vorrebbe essere. In fondo è una sorta di suicidio.

                                                

Nessun commento:

P O S T A

Vi invito il prossimo 10 agosto alla rappresentazione teatrale della mia commedia brillante Mancu pe' cani , per la regia di Antonio Tr...