speranze

14 febbraio 2017

D I T I R A M B O

Uomo del mio tempo perché vuoi innalzare i tuoi bisogni, i tuoi desideri fino alla valenza universale? Pensi solamente a te stesso, la solidarietà è remota, defunta. Ma quanti desideri ti rendono prigioniero e non riesci a liberartene, così vivi con le frenesie impossibili, con le passioni egocentriche, con ispirazioni dionisiache. Il branco ti ripete pedissequamente ed è in movimento continuo verso lo sfascio completo di quello che, una volta, si chiamava uomo. Ma l'umanità ha una riserva aurea immensa, per cui  non si può perdere la speranza di un tuo recupero. Altrimenti dove finiresti?


                                      

Nessun commento:

CENTRO DI GRAVITA'

Il mio centro di gravità esistenziale è il paese dove sono nato, Polistena, nella Piana di Rosarno, in provincia di Reggio Calabria, Italia...