Barbanti

24 febbraio 2017

MUTAMENTI ANTROPOLOGICI

A causa della fretta che abbiamo tutti: non abbiamo più tempo per fermarci e discutere insieme. Ecco uno dei motivi della crisi profonda della piazza, l'agora greca antica. Con il fascismo s'impose il rettilineo, eliminando le curve sinuose, così presenti nel liberty. Il rettilineo, si pensi alle strade di Torino, invita all'estraneità, alla piattezza, all'alienazione. Addirittura, un intellettuale austriaco Hundertwassel sostiene che "... la linea retta è senza Dio". Va da sé che il geometrico assoluto distrugge la bellezza con la monotonia e la ripetitività. Si può riscontrare, inoltre, che la bellezza non è solamente una questione di arterie stradali, non la si ritrova più negli spettacoli, nella stampa, nella politica, nello sport. L'epoca greca e rinascimentale delle grandi piazze non tornerà mai più. L'intossicazione umana ha colpito l'individuo irrimediabilmente portandolo all'illusione di godere della bellezza da solo, al chiuso, all'interno, addirittura, della propria auto seducente nei sedili con ninnoli, con colori erotici nel tentativo patetico di sostituire anche la donna. 

                                       

Nessun commento:

AI MIEI AMICI AMERICANI - TO MY FRIENDS AMERICANS

S I L E N Z I O Ma cosa vuoi che dica unisci il tuo silenzio al mio sintonia di cuori battono all'unisono in amore. S I L ...