strangers

17 febbraio 2017

S C I S S I O N E

E mentre un futuro incerto oscura l'orizzonte del popolo italiano con  problematiche di una gravità estrema - non ultima quella della disoccupazione -, nello scenario politico si assiste all'eventuale scissione del Partito Democratico. Una storia sciagurata, questa, che  caratterizza da sempre la Sinistra italiana fino dalla nascita del Partito Comunista Italiano a Livorno nel 1921. Già da allora Gramsci e Bordiga si guardavano in cagnesco, poi, nei decenni che seguirono, dopo l'ombra nefasta del fascismo, si assistette a beghe infinite che mostrarono una Sinistra psicopatica, sadica, che impedì all'ideologia popolare di poter realizzare i suoi sogni. Il percorso scaleno dei comunisti con il PCI prima con l'Ulivo poi, il PDS, Rifondazione Comunista, Comunisti Italiani e ritorno al PCI, costituisce un geroglifico difficile da decifrare per gli storici contemporanei. Ma perché? Ecco alcuni elementi dell'organigramma: utopie, egoismi, lotte fratricide, supremazie, attaccamenti a poltrone, truffe, maschere, orticelli da coltivare, nepotismi vari, aspirazioni dittatoriali, burocrati e chi ne ha più ne metta! Povera Sinistra!...A qualcuno che, la domenica vendeva l'Unità per le strade italiane verrebbe da piangere!

                                          

Nessun commento:

IL TELEFONINO

Si parla con il telefonino mentre si è alla guida di un'auto ed avvengono incidenti mortali. Per cui, l'aggeggio può diventare un k...