PROMESSI SPOSI

14 aprile 2017

L' A G O R A'

Se ne sono andati per sempre atteggiamenti umani che hanno lasciato un segno profondo nella storia: l'anima diffusa, l'esperienza psichica collettiva, l'esistenza pubblica vissuta interiormente, sono coordinate esistenziali  rimaste solamente un ricordo. Tutto avveniva nell'agorà fin dai tempi remoti della polis greca. Perché è successo tutto ciò? A causa del riflusso, i remi in barca dell'individuo tendente all'isolamento che vuole vivere privatamente le sue emozioni. Dell'esteriorità non si condivide più nulla. E' una questione storica, dovuta alla crisi dei valori tradizionali, ex-colonne dell'umanità. L'agorà, la Piazza, ormai, è semplicemente un luogo di passaggio che congiunge più strade; eppure la si era addobbata con aiuole, palme, sedili ed altre ricercatezze: non serve più.

                                                               
                 Polistena - Piazza della Repubblica

Nessun commento:

IL POETA E LA SOLITUDINE

Diceva Fernando Pessoa che essere poeta non è un'ambizione ma è una maniera di stare soli. Come si può subire passivamente lo sfacelo de...