Morricone

27 aprile 2017

R I M P I A N TO

Sono andato a Nicotera, la perla della costa del basso Tirreno prospiciente allo Stromboli. Sono stato colto da un raccapriccio forte per lo stato attuale del mare: era così bello... Solo a guardarlo la fantasia galoppava in un mondo di favola: Da anni, ormai, non si sa perché non si riesce a trovare un rimedio efficacie per il diritto naturale delle acque di tornare cristalline. Per noi abitanti dell'entroterra, fino alle pendici dell'Aspromonte, Nicotera era un sogno. Un tempo, vi si andava con tutti i mezzi di fortuna, anche a piedi, con la bici, con un carro tirato da buoi, le famiglie vi si trasferivano con le masserizie per la stagione balneare, ed i celebri fichi d'india, i pomodori, i fichi erano una delizia paradisiaca. Anche tutto quanto che era stato costruito per il turismo mostra un'immagine di abbandono e di desolazione, l'acqua, poi, nelle abitazioni non è più potabile. Possibile che una località così baciata in fronte da Venere, dea della bellezza, debba finire così?

                                       

Nessun commento:

L E T T E R A T U R A

Se vuoi ti dirò che cos'è la letteratura per me. E' semplice: è vita. Se nello scrivere non c'è l'esistenza allora la lette...