Morricone

22 giugno 2017

I R R I C O N O S C I B I L E

No... no... non è possibile... vedendola sono stato colpito da un marasma devastante: anche se era da anni che non la vedevo, era lei o, meglio, quello che rimane di lei... come gli avanzi di un pranzo concluso, come un bicchiere d'acqua lasciato chissà da quanto tempo. Vedendola decrepita, in piedi per miracolo, scheletrita, ho pensato com'era stato possibile che avessi perso la testa per quella donna che, nell'età più bella, aveva avuto un fascino ammaliante. Mi è venuto in mente la stalattite che, simile al tempo barbaro, nelle grotte carsiche emana anidride carbonica distruggendo anche le resistenze più coriacee. Si è aggiunta un'altra pagina leopardiana da quella circostanza malinconica che mi ha annuvolato la vita.

                                                     

Nessun commento:

APORIA INSANABILE

In ogni epoca l'aporia tra la vita e l'arte ha caratterizzato la storia dell'estetica in tutta la sua vasta gamma. Si pensi a L...