lai

9 giugno 2017

OGGETTIVITA' SOVRANA

L'oggettività, ovvero i fattori esterni, egemonizza la realtà umana; non esiste più il predominio del pensiero, dell'interiorità: domina ciò che accade, dai fatti dell'esperienza. Tutto questo origina una completa schiavitù di ciò che siamo dentro e tutto ciò che ci capita intorno quotidianamente, significa anche arretramento vistoso delle capacità intellettive, riflessive. il motto "cogito ergo sum" è ormai remoto nella notte dei tempi. Di questo passo si rischia di smarrire per sempre la capacità della meditazione, dell'approfondimento, della ragione. Ma possiamo diventare tutti meccanismi che non controlliamo, che ci portano ovunque vogliano? E il concetto della superiorità umana sull'oggettualità dove andrà a finire? Saremo una mente o un ingranaggio qualunque di una ruota che gira indipendentemente da noi?

                                               

Nessun commento:

C O N T R A S T O

Apriamo il sipario, come al teatro. La scena: una spiaggia affollata in piena stagione balneare. I personaggi sono due: sdraiato, sotto il ...