Morricone

7 luglio 2017

SPRECHI INUTILI

D'estate, i paesi del Sud danno una dimostrazione di arretratezza e di mancanza assoluta di cultura. Vengono organizzate feste pseudo religiose con sprechi inutili di risorse che andrebbero utilizzate razionalmente per bisogni concreti. La spiritualità è silenzio, le processioni pullulano accompagnate da spari che più fanno fracasso più ottengono effetto, costando un occhio. Luminarie insensate e sciocche vengono preparate nelle strade senza alcuna necessità e pesano sul bilancio delle spese. Fuochi pirotecnici, che tendono a creare incantesimi fasulli nella povera gente, vengono utilizzati per concludere le feste, soprattutto patronali. Si recluta un cantante - meteora, che dopo un anno non c'è più - pagandolo cifre da capogiro per esibirsi nella Piazza principale con la gente assembrata (con questo caldo...) con il rischio di svenimenti per asfissia. Chi paga? I cittadini fanno la colletta, gli emigrati inviano soldi guadagnati col sudore e chissà chi se li mangia. La vogliamo finire?

                                     

Nessun commento:

APORIA INSANABILE

In ogni epoca l'aporia tra la vita e l'arte ha caratterizzato la storia dell'estetica in tutta la sua vasta gamma. Si pensi a L...