barry white

20 dicembre 2017

L U M I N A R I E

Per le feste di Natale e fine anno le luminarie sono protagoniste della scenografia di paesi e di città. E' l'apoteosi fantasmagorica simbolo della festa più rinomata ed attesa. Esteticamente sono, tranne qualche eccezione come a Parigi ed a Londra, una sberla al buon gusto: si è lontani dall'arte e si soccombe nella ripetitività monotona di soggetti offerti fino alla noia. Poi, ai balconi, ai davanzali delle case vengono messe luminarie che sono lo specchio fedele del carattere del proprietario dell'abitazione: vanità o aggressività, proiezione di sogni irrealizzati, costruzioni da ambienti da favola nel tedio quotidiano. Spesso queste luminarie suscitano comicità, pena, compassione nel denudare del tutto chi vi sta dietro. Comunque, le luminarie sono una sinfonia stonata dell'umanità nel tempo in cui appaiono, donando un quadro assurdo della vita che si svolge. C'è anche chi depone una stella, una cometa natalizia, quasi Gesù bambino possa essere una proprietà privata, escludendo tutti gli altri, trattati da plebei indegni di competere nella grandezza delle luci fantasmagoriche.

                                               

Nessun commento:

IL TERRENO MALEDETTO

Era consuetudine secolare che si portasse parte del prodotto agricolo ai Domenicani del Convento di San Giorgio Morgeto per devozione relig...