12 dicembre 2017

UN TESORO INCOMMENSURABILE

Nella vita il mio tesoro incommensurabile è la scienza. Mi ha liberato dalle credenze antiquate, dai pregiudizi remoti, dalle false certezze e mi ha donato nuove congetture e nuove ipotesi ardite. Senza la scienza sarei schiavo di totem dominanti. Debbo tutto, nel tempo antico, a Talete, Democrito, Platone, ad Aristarco. In seguito a Galilei, che mi aprì la mente con la sua nuova visone del mondo. Ho imparato che il conosciuto si spiega mediante l'ignoto. Sono diventato molto cauto nel credere in alcunché affidandomi all'esperienza ed all'intelligenza. Karl Popper mi ha insegnato che la conoscenza è in continuo viaggio e non si ferma mai.

                                             
KARL POPPER





Nessun commento:

FORTUNATO SEMINARA

Allo scrittore di Maropati chiesi, mentre lo riportavo a casa con la mia 500, cosa fosse stato l'amore nella sua vita. Mi rispose:"...