de blasio

3 gennaio 2018

IL DISGUSTO

Charles Baudelaire diceva:"O Signore, dammi la forza e il coraggio di contemplare senza disgusto il mio corpo e il mio cuore!". Infatti, l'uomo deve avere un notevole ardire per poter osservare lo scempio che il tempo che passa opera sul proprio corpo e sul proprio cuore: un adattamento tra i più  estremi e difficili dell'esistenza. Ma c'è anche il disgusto per lo spettacolo che la vita offre per colpa dell'uomo che ha trasformato anche gli eventi più osannati in una fiera di bassa lega che provoca un disgusto, appunto, innominabile. Disgusto per che cosa si crede, disgusto per il mettersi in vetrina prostituendosi, disgusto per l'insensato amore per la guerra, la violenza, il razzismo, le persecuzioni religiose, disgusto, altresì, per cosa si mangia sempre più di gusto orrendo e veleno per la salute. Si può vivere provando disgusto per l'esistenza?

                                            

Nessun commento:

LA CASA A ROMA

Nel IV secolo a. C., a Roma, avvenne una rivoluzione edilizia che era in continua evoluzione. Fu conseguenza dell'aumento della popolaz...