barry white

24 gennaio 2018

IMPOVERIMENTO PSICHICO

Che ci sia una caduta verticale del quoziente intellettivo collettivo è suffragato dalla scienza. L'intelligenza, insieme alla creatività, alla fantasia, al potere di sintesi, sta andando a picco. Perché? Il pensiero è messo in atto per banalità, i mass media, attraverso le immagini affossano la fantasia, l'immaginazione. Un arretramento globale delle capacità umane, anche fisiche, per altre ragioni, è in atto irreversibilmente. Non si sa più leggere, non si capisce che la lettura più è lenta e più produce conoscenza; non si scrive più con la penna ma con la telematica; si vive in uno spazio mentale asfittico e dalle piccole dimensioni. Occorre fare qualcosa per fermare questo impoverimento che umilia la natura umana.

                                                   

Nessun commento:

IL TERRENO MALEDETTO

Era consuetudine secolare che si portasse parte del prodotto agricolo ai Domenicani del Convento di San Giorgio Morgeto per devozione relig...