papetti

24 gennaio 2018

IMPOVERIMENTO PSICHICO

Che ci sia una caduta verticale del quoziente intellettivo collettivo è suffragato dalla scienza. L'intelligenza, insieme alla creatività, alla fantasia, al potere di sintesi, sta andando a picco. Perché? Il pensiero è messo in atto per banalità, i mass media, attraverso le immagini affossano la fantasia, l'immaginazione. Un arretramento globale delle capacità umane, anche fisiche, per altre ragioni, è in atto irreversibilmente. Non si sa più leggere, non si capisce che la lettura più è lenta e più produce conoscenza; non si scrive più con la penna ma con la telematica; si vive in uno spazio mentale asfittico e dalle piccole dimensioni. Occorre fare qualcosa per fermare questo impoverimento che umilia la natura umana.

                                                   

Nessun commento:

Ai miei amici americani

V I A G G I O E se vuoi stare con me nel viaggio della vita metti nel bagaglio sconfitte umiliazioni delusioni sogni speranze an...