23 gennaio 2018

R I F L E T T I

In questa società opulenta, come diceva Marcuse, sei ancora capace di riflettere? Intendo dire riflettere su noi stessi e sul mondo. Fai vibrare il pensiero, un po' di ginnastica mentale non ti farà male, mettiti davanti l'ottica dell'esistenza con un'apertura ottimistica al possibile. Cosa fai per protestare contro una guerra e il massacro dei poveri miserabili? Cosa fai per non parlare con il linguaggio privo di vita del consumismo? Cosa fai per rifiutare gli accessori dell'opulenza che ti sono imposti dal mercato attraverso anche la pubblicità televisiva e della carta stampata? Cosa fai per dire no al sistema educativo voluto dall'opulenza ai fini della manipolazione sociale, l'eteronomia, la libido controllata, il riprodursi della repressione?

                                         

Nessun commento:

FORTUNATO SEMINARA

Allo scrittore di Maropati chiesi, mentre lo riportavo a casa con la mia 500, cosa fosse stato l'amore nella sua vita. Mi rispose:"...