de blasio

9 gennaio 2018

TASSE UNIVERSITARIE

Ha ben ragione Pietro Grasso a conquistare l'abolizione delle tasse universitarie. Avviene che i più meritevoli e capaci non possono studiare per le condizioni economiche delle famiglie. Sono tasse che spremono l'economia dei più bisognosi senza pietà! Abolirle significherebbe spianare la strada a chi vuole veramente studiare e a chi vuole donare la propria intelligenza ai bisogni nazionali ed europei. Mantenere queste tasse inique è una delle più grandi ingiustizie presenti nello scenario socio-politico-culturale del nostro popolo e, di fatto, va contro al diritto allo studio sancito dalla Costituzione. Come fa a pagare le tasse universitarie chi non ce la fa ad arrivare alla fine del mese? Schieriamoci dalla parte di Grasso e lottiamo tutti per la soppressione di questo fardello vergognoso ed incivile!

                                                 

Nessun commento:

LA CASA A ROMA

Nel IV secolo a. C., a Roma, avvenne una rivoluzione edilizia che era in continua evoluzione. Fu conseguenza dell'aumento della popolaz...