barry white

2 febbraio 2018

IL CANDIDATO MANCATO

Da quando ha saputo di non essere candidato alle prossime elezioni politiche, il nostro ignoto non si è ripreso più. E' caduto in una paurosa depressione che aumenta giorno dopo giorno. Non era un ideale che lo spingeva a candidarsi ma la speranza di lauti guadagni che avrebbero equilibrato il suo bilancio piuttosto pesante ereditato dal gioco d'azzardo. Ora, si è chiuso in un mutismo preoccupante, vive in ambienti semibui nella propria casa, non esce per la vergogna: pensa che potrebbe suscitare l'ilarità di chi era a conoscenza della sua candidatura; pensa che un soggetto come lui avrebbe meritato di essere sottoposto al giudizio degli elettori, ma, riflettendo, non essendoci più valori anche lui è scaduto in un grigiume da vicolo cieco.

RIFLESSIONE:
Quando l'incontravo  mi veniva a salutare e farmi festa, era un cagnolino di nessuno. L'ho visto ieri, agonizzava in mezzo alla strada, investito da chissà quale pirata, ho dovuto ricorrere a tutte le mie forze per non piangere come un disperato.

                                          

Nessun commento:

IL TERRENO MALEDETTO

Era consuetudine secolare che si portasse parte del prodotto agricolo ai Domenicani del Convento di San Giorgio Morgeto per devozione relig...