barry white

19 febbraio 2018

P I R O M A N E

Ascoltiamo un classico piromane:" Amo il fuoco, mi affascina. D'altronde, non lo amate pure voi? Non lo adorate nelle religioni? Davanti al fuoco perdo la testa, mi trasformo in un incendiario, una mania s'impadronisce di me esaltandomi. Non andate pure voi ad assistere ai fuochi artificiali e godete con tutti quei colori sfavillanti fatti di fuoco? Nessuno vi ha mai detto che dietro i piacere di questi spettacoli si ama il distruttivo? Un impulso irresistibile mi assale ed incendio godendo davanti a quello spettacolo. Perché lo faccio? I motivi sono diversi: sono un ambizioso insoddisfatto, un frustrato smodatamente. Un mio antenato fu Erostrato che bruciò il tempio di Diana affinché conquistasse la fama: aveva subito tanti torti!".

RIFLESSIONE: Occorrerebbe indagare per capire le origini dello sfasciume della politica italiana del nostro tempo.

                                      

Nessun commento:

IL TERRENO MALEDETTO

Era consuetudine secolare che si portasse parte del prodotto agricolo ai Domenicani del Convento di San Giorgio Morgeto per devozione relig...