barry white

29 marzo 2018

CA P R I O L E

Il linguaggio umano perde sempre più terreno nella chiarezza e nell'espressività necessarie. Se si pensa che gli Illuministi francesi, Voltaire, Rousseau, Diderot, Condillac, lasciarono in eredità una comunicazione esemplare per la comprensione reciproca, si dedurrà come le capriole adottate dal fraseggio contemporaneo sono di un'arretratezza infinita, sintomo chiaro dell'agonia della Lingua umana. Ciò che si può dire con poche parole non è necessario che divenga prolisso ed interminabile con giri e raggiri che confondono chi ascolta dando una pessima immagine di chi parla. Finiamola di essere barocchi quando si parla e restiamo nei gangheri più stretti possibili!

RIFLESSIONE: Chiunque porta dentro di sé un intimo dramma.

                                                   

Nessun commento:

DOLCI DI CASA

Le tradizioni dolciarie calabresi sono antiche e numerose. A Natale ritroviamo "u turruni" con mandorle o arachidi, e poi le &quo...