de blasio

21 marzo 2018

E B B R O

Ma quando la finirai di essere ebbro di te? Vai in giro con un'isteria-spazzatura e non ti accorgi che la parte che reciti è vecchia quanto il mondo, decrepita, tombale.Vivi nell'effimero, nel quotidiano, nel provvisorio. E dentro di te ti vanti di aver conquistato la vicina di casa, come se il mondo si fermasse là. Anche il bruco crede che il mondo sia la foglia in cui vive. Ma tu non sei un bruco, sei un uomo! Come te, gli ebbri, in questo tempo d'alcolizzati nel pensiero, ce n'è una moltitudine. Quando smaltiranno la sbornia?

RIFLESSIONE: Se veramente si pensasse non si agirebbe, non si vivrebbe, tutto è assurdo.

                                           

                                             

Nessun commento:

LA CASA A ROMA

Nel IV secolo a. C., a Roma, avvenne una rivoluzione edilizia che era in continua evoluzione. Fu conseguenza dell'aumento della popolaz...