7 agosto 2018

IL NARCISISTA

L'interpretazione del narcisismo è ambigua: da una parte sta alla base dell'artista, dall'altra è una perversione sessuale, un autoerotismo sublimato; nell'evoluzione omosessuale occupa uno stadio importante. Il narcisista si ama, si collega alla leggenda antica di Narciso che si guardava eternamente nello specchio. In questa fenomenologia vi sono problemi d'identità, una sorta di perdita del rapporto con gli altri, un ripiegamento individuale.E mentre vi è una stima ipertrofica verso se stessi, di conseguenza s'innesta una lontananza storica verso gli altri, regredendo esclusivamente verso la propria essenza.

RIFLESSIONE: L'intellettuale autentico si impegna a superare le fratture culturali.

                                     

Nessun commento:

FORTUNATO SEMINARA

Allo scrittore di Maropati chiesi, mentre lo riportavo a casa con la mia 500, cosa fosse stato l'amore nella sua vita. Mi rispose:"...