barry white

9 agosto 2018

LE SETTE

Ascoltiamo un seguace di una Setta:"Sono attratto dalla Setta per un senso magico che mi pervade, per la ritualità, per la ricerca del sacro che ritengo importante nella vita. Partecipo ogni settimana con altri in un proselitismo salvifico e con una passionalità molto forte che ci lega uno all'altro, con un carismatico che attrae su di sé la nostra concentrazione e lottiamo tutti il Maligno: una sorta di esorcismo". Così le guide delle sedute delle Sette si sono moltiplicate: veggenti, santoni, portatori di stigmate, mediatori di messaggi divini conducono la magia del rito.

RIFLESSIONE: Se il dolore e le sofferenze umani potessero sfociare in un oceano lo prosciugherebbero.

                                          

Nessun commento:

IL TERRENO MALEDETTO

Era consuetudine secolare che si portasse parte del prodotto agricolo ai Domenicani del Convento di San Giorgio Morgeto per devozione relig...